Home

9 - 11 ottobre: Didacta Italia

Didacta Italia, una delle più importanti manifestazioni dedicate al mondo della scuola, in programma a Firenze dal 9 all’11 ottobre, offre la possibilità di partecipare, oltre ai workshop immersivi, ai seminari e ai percorsi nella scuola del futuro, anche a convegni tenuti da personalità e relatori di rilievo nazionale e internazionale (è prevista la traduzione simultanea).

Fiera Didacta Italia ha l’obiettivo di favorire il dibattito sul mondo dell’istruzione tra gli enti, le associazioni e gli imprenditori, per creare un luogo di incontro tra le scuole e le aziende del settore.

Un nuovo format, che si sviluppa su due livelli, un’area espositiva, che coinvolge la lunga filiera delle aziende che lavorano nel mondo della scuola e della formazione; un’attività dedicata agli eventi: convegni e seminari che spaziano dall’area tecnologica a quella scientifica e umanistica, fino allo spazio d’apprendimento.

L’edizione 2019 di Fiera Didacta Italia è dedicata a Leonardo da Vinci, l’artista, scienziato e inventore toscano, genio del Rinascimento, morto nel 1519, e che verrà celebrato attraverso workshop e convegni.

 

Junior Video Contest per la divulgazione scientifica

Junior Video-contest è un’iniziativa dedicata ai giovani del Premio Divulgazione Scientifica Giancarlo Dosi per renderli sempre più protagonisti e consapevoli della salute del nostro Pianeta e di come le nostre azioni siano importanti per il futuro. In questa prima edizione del Junior Video-Contest le opere candidate dovranno focalizzarsi su uno dei seguenti temi: il cambiamento climatico e la mobilità sostenibile.

Il video dovrà durare massimo tre minuti (esclusi eventuali titoli e sigle) ed essere stato pubblicato per la prima volta nel 2018 o nel 2019. Sono varie le tipologie di video ammesse al contest: è possibile produrre un monologo, fare un’intervista, creare animazione o “testa parlante” oppure cimentarsi nella realizzazione di un documentario. Si può partecipare con più video anche su entrambe le Aree.

Sono invitati a partecipare tutti i giovani residenti in Italia nati nel 2001 e negli anni successivi. Non è necessario essere dei registi nati o avere chissà quali esperienze da videomaker, è invece essenziale che da queste brevi clip traspaia la passione per gli argomenti scientifici, la voglia di valorizzare e promuovere la conoscenza scientifica e di contribuire a creare una cultura diffusa dell’innovazione e del sapere. Per i più timidi, la bella notizia è che si può partecipare anche in gruppo, con la propria classe o con l’intero istituto scolastico di riferimento.

Tutte le opere candidate entro fine settembre saranno valutate dalla giuria e i vincitori saranno annunciati durante la cerimonia di Premiazione al BPER Forum Guido Monzani di Modena il 20 novembre. Verrà attribuito un premio sia al 1° video classificato riguardante il tema del cambiamento climatico sia al 1° video classificato riguardante il tema della mobilità sostenibile. L’Associazione Italiana del Libro premierà i vincitori permettendo loro di scegliere in regalo 50 libri scelti da una lunga lista di titoli, dal valore complessivo di 4.000 €.

Scadenza: 30 settembre 2019.

 

 

Stage retribuiti all’IFAD di Roma

Il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), agenzia specializzata delle Nazioni Unite con il mandato di eliminare la povertà e la fame nelle aree rurali dei paesi in via di sviluppo, ricerca stagisti che abbiano voglia di lavorare per 6 mesi presso la loro sede.

Il programma di tirocinio (PI) e il programma di tirocinio avanzato (PEI) offrono un'esperienza di apprendimento di sei mesi ai neolaureati o agli studenti che si stanno specializzando in aree di lavoro rilevanti per la missione dell'IFAD.

I candidati devono soddisfare i seguenti criteri:

- essere iscritti a un'università o una scuola di specializzazione, aver frequentato corsi da non più di 12 mesi e aver completato almeno due anni di studi universitari nel momento dell’iscrizione  all'IFAD o;

- avere recentemente completato studi a livello universitario o post-laurea;

- essere fluenti in inglese; la padronanza delle altre lingue ufficiali dell'IFAD è un vantaggio. Nel caso di stagisti reclutati nelle sedi degli uffici nazionali IFAD, potrebbe essere richiesta la padronanza della lingua del paese principale;

- non avere superato i 30 anni. Il PEI, in particolare, è progettato per migliorare la distribuzione geografica del personale dell'IFAD ed è aperto a candidati che soddisfano i criteri di ammissibilità di cui sopra e che non hanno sede a Roma.

Oltre a un'indennità mensile, gli stagisti EIP ricevono un'indennità di alloggio e di viaggio.

Le candidature sono aperte tutto l’anno.

 

 

EUBeachCleanUp: ripuliamo dalla plastica fiumi e mari!

In tutta Europa e nel mondo le Delegazioni dell’Unione europea e le Rappresentanze della Commissione europea danno manforte alle comunità locali per ripulire le spiagge dai rifiuti marini nell'ambito della campagna #EUBeachCleanUp. La data da annotare per la campagna di quest'anno, lanciata il 19 agosto e che proseguirà per tutto ottobre, è sabato 21 settembre, Giornata internazionale della pulizia delle coste, con iniziative in programma in oltre 80 Paesi in tutti i continenti abitati.

Quest'anno, grazie alla collaborazione con le Nazioni Unite e con i Puffi, la campagna raggiunge migliaia di cittadini di tutte le età. I numerosi eventi #EUBeachCleanUp in calendario nelle prossime settimane in tutto il mondo contribuiranno a liberare mari e coste da tonnellate di rifiuti, che verranno trasportati agli impianti locali di smaltimento.

Durante la campagna l'UE e i suoi partner puntano a coinvolgere e sensibilizzare il pubblico, in particolare bambini e ragazzi. Tra i rifiuti raccolti, specialmente in spiaggia, i volontari riconosceranno vari prodotti monouso: cotton fioc, cannucce, borse e posate di plastica…

Ogni anno finiscono in mare 8 milioni di tonnellate di plastica. Per far fronte a questa enorme sfida non basteranno le iniziative di pulizia delle spiagge: la prevenzione è fondamentale. È per questo che l'UE ha adottato una strategia europea per la plastica nell'economia circolare e misure legislative finalizzate a ridurre la produzione e il consumo dei 10 articoli di plastica monouso più comuni tra i rifiuti marini.