Home

ERYICA finalmente in Italia!

Nell’ambito del rafforzamento delle attività e della qualità dei servizi offerti dalle strutture di informazione e orientamento dei giovani a livello locale, regionale e nazionale, Eurodesk Italy è diventata il membro italiano di ERYICA!

ERYICA è l’acronimo di European Youth Information and Counselling Agency, ossia Agenzia europea per l'informazione e la consulenza per la gioventù.
L'Agenzia è un'organizzazione europea indipendente, composta da organismi e reti nazionali/regionali di coordinamento per l'informazione dei giovani.
Lavora per intensificare la cooperazione europea e internazionale nel campo dei servizi di informazione per i giovani.
Sviluppa, sostiene e promuove le politiche e le prassi di informazione generalista di qualità a tutti i livelli, al fine di soddisfare le esigenze di informazione dei giovani e applicare i principi della Carta europea di informazione per i giovani.

Oggi, più che mai, una informazione attendibile, aggiornata e user friendly è un diritto di tutti i giovani: garantirlo è compito delle amministrazioni pubbliche e degli enti privati che operano sul territorio.

Eurodesk Italy opererà dunque per diffondere gli strumenti e le attività internazionali di formazione propri di ERYICA, con lo scopo di migliorare la qualità (e la quantità) dei servizi offerti dalle strutture di informazione e orientamento dei giovani distribuite su tutto il territorio nazionale.
Come era stato ribadito nel Libro Bianco sulla Gioventù della Commissione europea del 2001, senza informazione non vi è partecipazione.

Concorso People in Mind 2020

People In Mind è un concorso di arti grafiche aperto a tutti, nato con l'obiettivo di sensibilizzare sul tema della lotta contro lo stigma nei confronti delle persone che soffrono di disturbi mentali. L’iniziativa ha invitato ad esprimere, tramite la pittura, il fumetto o il disegno, cosa significhi "avere a mente" e "mettere al centro" le persone con disturbi mentali per ricordare da un lato che la vita non dovrebbe essere interrotta o compromessa dalle malattie mentali, e dall’altro che è importante conoscere queste patologie e il loro impatto sulla vita delle persone e dei loro familiari per capire cosa significa vivere con disturbi mentali.

Dopo il successo dello scorso anno, Lundbeck Italia ha lanciato la seconda edizione del concorso che quest'anno tra le categorie ammesse, oltre a pittura, disegno e fumetto, prevede anche la fotografia digitale.

Per ciascuna categoria – disegno, pittura, fumetto, fotografia digitale – i membri della giuria di esperti voteranno le opere in gara. A fine votazione, la giuria decreterà le 12 opere finaliste (le prime 3 classificate per ogni categoria). A partire da settembre 2020, anche i membri della Community People in Mind potranno votare le loro opere preferite.

Premio giuria: 4 opere, la prima classificata di ogni categoria, riceveranno un buono del valore di 1000 euro.

Premio community: 4 opere, la prima classificata di ogni categoria, saranno premiate direttamente dalla Community People In Mind.

24 opere finaliste, sei per categoria, saranno esposte all’evento di premiazione, che si terrà a Roma nel 2021, e saranno vendute a scopo benefico nel corso del 2022.

Scadenza: 10 ottobre 2020.

 

Pacchetto di primavera del semestre europeo -...

La Commissione ha proposto oggi le raccomandazioni specifiche per paese, con le quali rivolge a tutti gli Stati membri dell'UE orientamenti di politica economica nel contesto della pandemia di coronavirus, concentrandosi sulle sfide più urgenti che questa comporta e sul rilancio della crescita sostenibile.

Le raccomandazioni si articolano intorno a due obiettivi: a breve termine, attenuare le gravi conseguenze socioeconomiche negative della pandemia di coronavirus; a breve-medio termine, realizzare una crescita sostenibile e inclusiva che favorisca la transizione verde e la trasformazione digitale.

Nella strategia annuale di crescita sostenibile la Commissione ha esposto la linea che intende seguire: promozione della sostenibilità competitiva per costruire un'economia al servizio delle persone e del pianeta. La crisi del coronavirus non fa che accentuare l'importanza cruciale di quest'obiettivo. Le raccomandazioni spaziano nelle quattro dimensioni della sostenibilità competitiva: stabilità, equità, sostenibilità ambientale e competitività - riservando particolare attenzione anche alla salute. Rispecchiano altresì l'impegno della Commissione di convogliare nel semestre europeo gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, in quanto tracciano un quadro integrato che spazia dalla sanità pubblica alle questioni sociali, ambientali ed economiche.

Le raccomandazioni toccano settori quali l'investimento nella sanità pubblica e la resilienza del settore sanitario, il mantenimento dell'occupazione mediante il sostegno al reddito dei lavoratori colpiti, l'investimento nelle persone e nelle competenze, il sostegno all'imprenditoria (in particolare le piccole e medie imprese) e la lotta contro la pianificazione fiscale aggressiva e il riciclaggio. Ripresa e investimenti devono andare di pari passo, ridefinendo l'economia dell'UE in vista della trasformazione digitale e della transizione verde.

Riguardo al bilancio, quest'anno le raccomandazioni specifiche per paese sono di carattere qualitativo e si discostano dai consueti requisiti finanziari applicabili. Rispecchiano l'attivazione della clausola di salvaguardia generale, raccomandando agli Stati membri di adottare tutte le misure necessarie per affrontare efficacemente la pandemia e sostenere l'economia e la successiva ripresa. Quando le condizioni economiche lo consentano, le politiche di bilancio dovrebbero mirare a posizioni di bilancio a medio termine prudenti e alla sostenibilità del debito, incrementando nel contempo gli investimenti.

Monitoraggio dell'evoluzione del bilancio

La Commissione ha adottato relazioni a norma dell'articolo 126, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'UE per tutti gli Stati membri tranne la Romania, già inserita nel braccio correttivo del patto. La Commissione è tenuta a elaborare tali relazioni per gli Stati membri che nel 2020 prevedono di superare il limite del 3 % fissato per il disavanzo per motivi connessi al coronavirus, o che la Commissione prevede che lo superino. Per Francia, Belgio, Cipro, Grecia, Italia e Spagna le relazioni valutano anche se lo Stato membro ha rispettato il criterio del debito nel 2019, basandosi su dati confermati convalidati da Eurostat. Le relazioni tengono conto dell'impatto negativo della pandemia di coronavirus sulle finanze pubbliche nazionali. Data l'incertezza eccezionale causata dalla straordinarietà dell'impatto della pandemia sulla situazione macroeconomica e sul bilancio, la Commissione non ritiene opportuno in questa congiuntura decidere se assoggettare l'uno o l'altro Stato membro alla procedura per disavanzi eccessivi.

La Commissione chiede al Consiglio di approvare le raccomandazioni specifiche per paese e chiede agli Stati membri di attuarle appieno e tempestivamente.

 

“Idee in Comune”: progetto dell'Informagiovani...

“Idee in Comune”: progetto dell'Informagiovani Eurodesk del Comune di Sarezzo premiato al SALTO PI AWARDS 2020

Ogni anno il Centro Risorse SALTO organizza a livello europeo un concorso, il SALTO PI AWARDS 2020, in cui si sfidano i migliori progetti realizzati nel settore della partecipazione dei giovani, l’informazione e la comunicazione. Quest'anno, a causa dell'epidemia di COVID-19, la cerimonia di premiazione che doveva aver luogo in Estonia, è stata organizzata interamente on-line.

Giovedì 14 maggio, i dodici finalisti, tra cui il progetto dell'Informagiovani di Sarezzo “Idee in Comune”, hanno avuto la possibilità di presentarsi su Facebook e vivere assieme ai partecipanti virtuali un paio d'ore di divertimento e di condivisione!

Il progetto di Sarezzo, candidato per la categoria “IMPATTO”, è stato considerato il migliore dalla giuria internazionale, in quanto fonte di ispirazione per la partecipazione dei giovani alla politica locale.

«Idee in Comune» ha infatti coinvolto nel corso del 2018 cinque diverse realtà impegnate nel mondo giovanile tra Lombardia, Piemonte, Sardegna e Veneto, per un totale di circa cinquecento ragazzi sul territorio italiano, che si si sono cimentati a riflettere su temi della cittadinanza attiva e a proporre idee per il proprio imminente futuro.

Inoltre, attraverso l'ideazione del gioco "L'assessorato vincente" ha fornito uno strumento educativo capace di far sperimentare ai giovani cosa significa fare proposte concrete e sostenibili sulle politiche giovanili, e di far conoscere meglio il funzionamento della macchina amministrativa, le parti interessate, le loro funzioni e i canali adeguati per entrare in dialogo con la pubblica amministrazione.

La vittoria del progetto è il risultato di una fruttuosa collaborazione con alcune realtà locali e nazionali. In particolare, con il Comune di Cinisello Balsamo, che ha partecipato alla stesura dell'idea progettuale, e con la cooperativa Studio Progetto, con i quali l'Informagiovani di Sarezzo condivide l’appartenenza alla rete Eurodesk. Hanno collaborato inoltre l'Associazione il Vergante e Assonur.

L'Agenzia Nazionale per i Giovani già l'anno scorso aveva premiato “Idee in Comune” come miglior progetto italiano dell'anno 2018.