Home

19-25 aprile: ENABLE - Istruzione inclusiva per tutti

OBESSU (Organising Bureau of European School Student Unions), la struttura organizzativa dei sindacati scolastici europei, ha lanciato un invito per partecipare alla sessione di studio "ENABLE - Inclusive Education for All!" dal 19 al 25 aprile 2020 a Strasburgo, in Francia.

L'obiettivo principale è quello di approfondire in che modo i sindacati, gli studenti e gli attivisti delle scuole possono contribuire a creare un'istruzione inclusiva per tutti, coinvolgendo in particolare gli studenti con disabilità nell'apprendimento formale, non formale e informale.

Gli obiettivi specifici sono:
● trovare un terreno comune di comprensione dell'inclusione, della vita indipendente, delle diverse abilità e dell'educazione inclusiva;
● comprendere i documenti chiave del Consiglio d'Europa relativi al tema delle disabilità;
● scambiare pratiche da diverse realtà e approfondire il ruolo degli studenti che agiscono per l'educazione inclusiva;
● Creare una mappa del livello di inclusione dei sistemi educativi nei paesi di provenienza dei partecipanti e un kit di pratiche che possono essere utilizzate per sviluppare ulteriormente l'istruzione inclusiva nelle scuole in Europa.

Chi può partecipare
● Giovani fino a 35 anni;
● Residenti dei 47 Stati membri del Consiglio d'Europa e paesi aderenti alla Convenzione culturale europea (Bielorussia, Santa Sede e Kazakistan).
● Partecipanti motivati ​​che hanno esperienza o interesse nei settori delle disabilità, della vita indipendente e dell’educazione inclusiva.
● I partecipanti devono essere disposti a condividere ciò che hanno appreso nella propria organizzazione membro o comunità dopo la sessione di studio.

La sessione di studio sarà in inglese e con il servizio di sintesi vocale.

Scadenza: 4 febbraio 2020, 23:59 CET.

 

DiscoverEU: 20 000 giovani in più esploreranno l&...

Circa 20 000 diciottenni otterranno un pass DiscoverEU nell'ambito dell'omonima iniziativa che nell'ultima tornata, la quarta, ha registrato circa 75 000 candidature provenienti da tutta Europa.

I giovani europei selezionati in base a determinati criteri di aggiudicazione e a quote specifiche attribuite ai singoli Stati membri potranno viaggiare al massimo per 30 giorni nel periodo compreso tra il 1° aprile e il 31 ottobre 2020.

I candidati selezionati saranno presto contattati e potranno iniziare ad organizzare i loro viaggi. Gli spostamenti avvengono di norma in treno; per garantire tuttavia un accesso inclusivo in tutto il continente è possibile avvalersi anche di mezzi di trasporto alternativi, come bus, traghetti o, eccezionalmente, aerei. Insieme al pass, i partecipanti riceveranno anche sostegno e orientamento, ad esempio sui viaggi sostenibili. I giovani sono invitati anche a diventare ambasciatori DiscoverEU e a riferire in merito alle loro esperienze; sono inoltre incoraggiati a contattare i compagni di viaggio tramite i social media e a condividere le loro storie.

Tutti i partecipanti sono invitati a prendere parte ai meetup di DiscoverEU, che durante l'estate si svolgeranno in varie località europee. I meetup vertono su argomenti come l'Europa verde sostenibile, la tematica di DiscoverEU per il 2020. Altre attività comprendono le opportunità di volontariato e lo sviluppo di un itinerario verde per i giovani viaggiatori.

La Commissione ha lanciato DiscoverEU nel giugno 2018, a seguito di una proposta del Parlamento europeo. Le prime tre tornate di candidature hanno offerto a circa 50 000 giovani l'opportunità di viaggiare in tutta Europa. Per il 2020 il Parlamento europeo ha destinato 25 milioni di € a DiscoverEU. La prossima tornata di candidature e gli ulteriori aggiornamenti saranno annunciati dalla Commissione a tempo debito sul Portale europeo per i giovani.

 

Education at a Glance 2019: l’istruzione nel mondo

La pubblicazione OCSE è la fonte autorevole di informazioni sullo stato dell'istruzione in tutto il mondo. Fornisce dati sulla struttura, le finanze e le prestazioni dei sistemi di istruzione nei paesi dell'OCSE e in diverse economie partner. L'edizione 2019 comprende un focus sull'istruzione terziaria con nuovi indicatori sui tassi di completamento del corso di studi universitario, sui dottorati e i risultati sul mercato del lavoro, sui sistemi di ammissione universitaria; comprende inoltre un capitolo dedicato all'obiettivo di sviluppo sostenibile 4.

Lo studio rileva che, in media nei paesi OCSE, nel 2018 il 44% dei 25-34enni ha conseguito un diploma di laurea, rispetto al 35% del 2008. Il tasso di occupazione degli adulti con istruzione terziaria è superiore di 9 punti percentuali rispetto a quelli con istruzione secondaria superiore e guadagnano il 57% in più.

Tuttavia, alcuni settori particolarmente richiesti possono avere difficoltà a trovare le competenze necessarie. Meno del 15% dei nuovi iscritti ai programmi di laurea studia ingegneria, produzione e costruzione e meno del 5% studia tecnologie dell'informazione e della comunicazione, nonostante questi settori abbiano tra i più alti tassi di occupazione e remunerazione. Le donne sono particolarmente sottorappresentate, costituendo in media meno di un partecipante su quattro in tutti i paesi dell'OCSE.

 

12-14 marzo 2020: Forum “L'Europa parla di...

Il Forum "L'Europa parla di solidarietà", che si terrà a Vienna dal 12 al 14 marzo, offrirà uno spazio di dibattito sulla comprensione della solidarietà in Europa. Si tratta del primo di una serie di eventi ospitati in paesi diversi e riunirà circa 40 partecipanti provenienti da vari settori interessati al tema della solidarietà.

Gli obiettivi dell'evento sono:

  • Offrire una piattaforma per la partecipazione al dibattito su diversi aspetti e la comprensione della solidarietà
  • Presentare input e buone pratiche legati alla solidarietà nel programma del Corpo Europeo di Solidarietà e non solo
  • Costruire una rete di supporto di diverse parti interessate impegnate nella solidarietà in Europa

In particolare si rivolge a: operatori giovanili, responsabili di progetti giovanili, decisori politici, ricercatori su temi legati ai giovani, rappresentanti del settore pubblico (comunità locali, comuni, ministeri), artisti e rappresentanti del settore culturale, organizzazioni della società civile.

L'evento è organizzato congiuntamente dal Centro risorse del Corpo Europeo di Solidarietà, dall'Agenzia nazionale austriaca e dall'Agenzia nazionale finlandese.La lingua di lavoro sarà l’inglese. L'agenzia nazionale ospitante coprirà i costi di vitto e alloggio.

Scadenza per la candidatura: 27 gennaio 2020.
Data di selezione: 14 febbraio 2020.